Castello di Neuschwanstein

Potente ma elegante

Se i bastioni e le torri del castello di Neuschwanstein si alzano in aria, anche da lontano, il castello ha qualcosa di maestoso. Circondato da un verde intenso, sorge dal crinale sul lato sinistro della gola di Pöllat. La “giovinezza”, come era chiamata in precedenza questa cresta montuosa, era presumibilmente un luogo preferito del re Ludovico II, che ordinò la (ri) costruzione del castello di Hohenschwangau poco dopo la sua ascesa al trono alla tenera età di 18 anni.

Nel Medioevo c’erano due piccoli castelli: Vorderhohenschwangau e Hinterhohenschwangau. In una lettera al suo buon amico Richard Wagner, al quale dedicò il nuovo, poi castello di Neuschwanstein, scrisse nel 1868: “… questo castello sarà sotto ogni aspetto più bello e accogliente dell’alto Hohenschwangau …” E il re Ludovico non ha fatto davvero nulla di male: ha creato una visione di un castello quasi nel suo lavoro, inteso come rifugio per la personalità sognante e timida che era. Ironia della sorte, perché: solo sei settimane dopo la sua morte, il castello di Neuschwanstein è stato aperto ai visitatori ed è ancora un vero e proprio richiamo di folla.

I lavori sul castello non furono mai completati come previsto dal re Ludovico II; La prima pietra fu posta il 5 settembre 1869, seguita dal completamento del cancello nel 1873 e dalla cerimonia di completamento del Palas nel 1880, prima che potesse essere spostato intorno al 1884.
Era prevista anche una “Sala moresca” con una fontana e un bagno di cavalieri che alludevano al bagno rituale dei Cavalieri del Graal. Tuttavia, questi progetti non sono mai stati completati a causa della mancanza di fondi. I debiti edilizi del re Ludovico II, così come il suo stile di vita eccentrico, lo portarono all’incapacità nel 1886 e fu dichiarato incapace di governo. Poco dopo questo incidente, morì in circostanze inspiegabili nel lago di Starnberg.

 

Pomposo, affascinante, … ma incompiuto

Oggi consideriamo ciò che ha lasciato come una preziosa reliquia del passato, che è sopravvissuta miracolosamente a molti decenni e due guerre mondiali indenne. Il gran numero di visitatori e l’erosione naturale rendono necessari regolari lavori di restauro, ma l’amministrazione bavarese dei castelli statali sta facendo di tutto per preservare il più possibile il castello di Neuschwanstein e il suo interno. Le visite guidate attraverso parti del castello monumentale lasciano un’impressione duratura su circa 6000 visitatori ogni giorno. Affreschi murali in filigrana, saloni pomposi e materiali nobili suggeriscono le condizioni dell’epoca. Il castello si estende su una superficie totale di 6000 mq; se fosse stato completato, avrebbe circa 200 stanze. Tuttavia, solo circa 15 stanze furono effettivamente portate a termine.

Ma anche le piccole peculiarità del castello di Neuschwanstein sono inconfondibili: sebbene fosse costruito in uno stile chiaro basato sullo stile medievale, disponeva già di strutture moderne come acqua corrente, telefono e un sistema di interfono elettronico per il comando della servitù. Il castello era anche basato sul Wartburg, che fu ricostruito poco prima di una visita del re Ludovico II e spiccava con un’enorme sala da canto. Sulla base di questo modello, fu costruita anche una sala per cantanti a Neuschwanstein, che fu completata nel 1880 ed era particolarmente generosa a 27×10 metri.

Tuttavia, il castello di Neuschwanstein non è l’unico edificio pomposo del re Ludovico II. Il palazzo Linderhof, tenuto in stile rococò, così come la casa reale di Schachen con note orientali e il nuovo palazzo Herrenchiemsee sono assegnati al monarca. Alcuni degli edifici non sono troppo lontani dal castello di Neuschwanstein e meritano una visita. Anche il Museo dei Re Bavaresi, la gola di Pöllat e il Marienbrücke sono attrazioni famose e dovrebbero assolutamente essere visitate da coloro che sono interessati. Dall’Alpenhof Murnau è possibile raggiungere il castello di Neuschwanstein dopo una breve distanza di circa 50 km, preferibilmente in auto, ma è anche possibile una gita di un giorno in autobus e un’escursione. Per chi vuole dedicarsi all’offerta culturale del territorio in un lungo weekend con noi e affrontare una visita a Neuschwanstein, abbiamo raccolto per voi alcune informazioni:

Orari di vendita dei biglietti in biglietteria

Da aprile al 15 ottobre: dalle 8:00 alle 17:00
Dal 16 ottobre al marzo: dalle 9:00 alle 15:00

Orari di apertura Castello di Neuschwanstein

Da aprile al 15 ottobre: dalle 9:00 alle 18:00
Dal 16 ottobre al marzo: dalle 10:00 alle 16:00
Aperto tutti i giorni tranne il 1 gennaio e il 24, 25 e 31 dicembre

Buono a sapersi

I visitatori sono invitati a non portare bagagli e ad astenersi dal fare foto.
Le visite guidate per i visitatori con mobilità ridotta sono possibili previo accordo con l’ascensore:

http://www.neuschwanstein.de/deutsch/tourist
Indicazioni: http://www.neuschwanstein.de/deutsch/tourist/anfahrt

Ci auguriamo che il tour ti piaccia!

Le nostre altre case

Pensione Werdenfels Murnau
Il nuovo edificio sul lato soleggiato di Murnau vi offre il miglior comfort abitativo.
Hotel – Ristorante Alpspitz nello Zugspitzdorf di Grainau
Hotel a conduzione familiare con un’oasi di benessere per sentirsi bene nel paradiso delle vacanze Zugspitzland a Grainau.